Lillian || thirteen || Italy - Parma
Ho un forte bisogno di te e dei tuoi abbracci.
"Ricordo ancora quando ci vedemmo la prima volta, 5 anni fa.
Ero piccolina e lui fu il mio primo amore.
Per vederci ci incontrammo in una stradina di fronte casa di mia cugina, ci salutammo e io avevo un pennarello indelebile fra le mani.
Toglievo e rimettevo il tappo dall’agitazione, senza mai alzare lo sguardo verso di lui.
Ricordo che mi disse “smettila di far così, me lo prendo e inizio a scriverti”, non capii al momento e risposi -con modi sempre poco simpatici-
“lo vedi questo tappo? Te lo faccio ingoiare”.
Lui sorrise, ma come disse mi tolse il pennarello dalle mani.
Era estate, ed avevamo entrambi le braccia scoperte.
Mi prese il braccio e scrisse “sei bellissima”.
Dalla vergogna non risposi, gli strappai quel pennarello blu e ringraziai scrivendo lo stesso sul suo braccio. Io però, non mi fermai, continuai a scrivergli sui polsi tutte le cose che pensavo di lui, tanto da riempirgli tutto il braccio.
Arrivò l’ora di salutarci e così fu.
Ci salutammo promettendoci di rivederci.
Il mattino seguente, il suo sms di buongiorno scrisse: “Buongiorno. Ieri sera sono andato a letto con il braccio scritto, non volevo toglierli. Quando mi sono svegliato mia mamma mi ha sgridato perché le lenzuola sono diventate blu, ma io me ne sono fregato e ho ripassato il tutto con un altro pennarello”.
E la promessa più bella fu questa: “ogni volta che ci vedremo ci scriveremo sui polsi quello che pensiamo l’uno dell’altro. Cose che non abbiamo mai avuto il coraggio di dirci a voce”.
A distanza di 5 anni, qualche mese fa l’ho rincontrato, sono salita in macchina e la prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di salutarci scrivendoci sui polsi.”

Maria Auriemma /uninvernomuto  Vecchi ricordi, indelebili come quel pennarello blu. (via uninvernomuto)

oddio 

(via lelacrimedopoiltuonome)

Storie così a me no?

(via profumodimareinvernale)

Ma porca troia, le lacrime.

(via come-cieli-d-inverno)

Non posso leggere queste cose,piango.

(via memoriesuniverse)

perché io non posso

(via lanimapersanelvento)

Ogni tanto la rileggo e ho sempre i brividi. quanto desidererei una storia così

(via lacerarsidisguardi)

Ho le lacrime ogni volta

Tremo

Non la leggevo da tanto, mi era mancata

(via sfiorisco)

L’AMORE, DIO

(via alte-mareeinterne)

HO- I- BRIVIDI!

(via annegodentrome)

Gia

(via nonsaiquantotiamocazzo)

I temporali nello stomaco

(via annegodentrome) Odddddio *—* Ma una storia per me così no?!(via i-a-little-girl-in-a-big-world) @ (via i-a-little-girl-in-a-big-world)

Awwwwwww.

(via bella-come-il-mare)

STORIE DI TUTTI I GIORNI, INSOMMA……

(via homessoatacereisogni)

Che bella cosa.

(via senonfossesuccesso)

Esiste davvero?

(via addictofcigarettes)

circondatadaombre: OMMIODDIOO *-* (via circondatadaombre)

😍😍😍

(via athazagoraphobia-4)

finalmente riappare nella dash. la aspettavo(?) aw

(via nontilasciomarcire)

Che cosa stupenda.

(via visseropersempre)

Owh

(via quella-ragazza-troppo-timida)

I brividi
Le lacrime
Wow ♥♥

(via ituoiocchipersorridere)

Aw senza parole

(via stodiventandoqualcunaltro)

dio

(via abbraccicomeossigeno1212)

Muoio. *-*

(via infinity—dreams)

omg.

(via unprecipiziodentro)

Anonimo asked: Il mio primo bacio me lo ha dato un ragazzo di cui non conoscevo nemmeno il nome. Mi ha baciato in metropolitana, tirandomi per un braccio prima che finissi sotto un vagone. Mi bació ed io piansi "possiamo ancora vivere, e amare" mi disse.
"Sentii solo tristezza. Ed ero troppo stanca per combatterla.”
Jamie McGuire. (via ituoiocchisonouncielostellato)
"Sai, so perfettamente come ti senti. Non essere voluta da nessuno, non essere ricambiata e vedere qualcuno che ami, a cui hai donato il cuore, a cui hai dedicato i tuoi pensieri, le tue giornate, tutto, amare un’altra. Stare sola per quasi quattordici anni, stare da sola per un’intera vita con insulti sputati in faccia come acqua di fogna. Tutti ti evitano, ti criticano alle spalle, ti detestano in silenzio senza sapere che dentro stai morendo e che tutta la dolcezza che hai sta marcendo lentamente. Stanno tutti zitti senza dire niente e appena ti volti dicono tutto quello che riescono a dire. Ti illudono, ti fanno pensare di essere voluta, ma nessuno ti sta veramente vicino e ti prendono per il culo solo per salvarsi. Poi tutto questo ti stanca. Ci pensi e alla fine tutto quello che ti viene in mente è solo che, forse, sei solamente sbagliata.
Ti capisco…”
— belikeunicorns
"A pensarci bene la prima guerra mondiale è stato il periodo peggiore non per i soldati, ma per le madri, le mogli e le figlie. Pensateci, è stato devastante per loro aspettare il ritorno di qualcuno che non sarebbe piú tornato. Bimbe che festeggiavano il compleanno senza il padre o il fratello e mogli senza qualcuno che le potesse stare veramente accanto nel proprio anniversario. Per non parlare delle altre festività. In quel lungo periodo ormai tutte quelle feste che sarebbero dovute essere felici, diventavano solo delle giornate come tutte le altre perché, in ogni famiglia, una parte se ne era andata per sempre.”
— belikeunicorns
"L’amore è come la guerra, non servono strategie: attacchi o scappi.”
— Belen Rodriguez (via willshineunderthesky)
"

Prima mi lamento delle mie cosce e poi mangio come se non ci fosse un domani.

MI AUTO-COMPLIMENTO PER LA COERENZA.

Natalia. (via ottobremillenovecentonovantasei)

3485 siamo pazzi?

Oltre 3400 anime che si sentono così? E solo in 24 h?

La società ci sta distruggendo.

(via ottobremillenovecentonovantasei)

6.546 mi sento svenire..

(via youreheretilltheend)

e vb

(via 1436km)

9523, società.

(via innocentcannverelast)
"Se ci pensi non siamo nemmeno le foglie che cadono ma i rami secchi, spogli, stanchi e vuoti che si spezzano sotto la pioggia.”
— Charlie. ( hounmacellodentro)
©